5 Modi per imparare a comunicare

Roberta Guttilla


Quante volte ti è capitato di avere difficoltà a comunicare con le persone, sebbene le tue intenzioni fossero buone?
 
Probabilmente almeno una volta nella vita e sicuramente ti sarai chiesto quale sia stato il motivo.
 
Se vuoi avere rapporti gratificanti e ottimizzare la qualità della tua vita, è importante imparare a comunicare, facendo attenzione non solo al modo in cui lo fai, ma sviluppando soprattutto la capacità di capire gli altri.
 
 

Partiamo dal principio che quando comunichiamo lo facciamo attraverso tre grandi livelli:
  • linguaggio verbale che rappresenta solo il 7% della comunicazione (linguaggio, le parole, il contenuto);
  • linguaggio paraverbale che costituisce il 38% della comunicazione (tono della voce, timbro, ritmo, inflessione, volume, pause, velocità);
  • linguaggio non verbale fa riferimento a ben il 55% della comunicazione (movimenti del corpo, del volto, degli occhi, l'atteggiamento, la prossemica, l'aspetto, la postura).
 
Una comunicazione può dirsi efficace quando tutti e tre i livelli sono coinvolti e sono coerenti tra loro.
 
Esistono, alcuni atteggiamenti che possono rendere la comunicazione efficace e che sono decisivi per avere successo con le persone.

Vediamo quali sono:
 

1) Essere diretti

Cosa significa secondo te essere diretti?
 
Essere diretti, significa dire apertamente ciò che desideri e avere con il tuo interlocutore una comunicazione che ti permetta di generare relazioni positive e distese, eliminando la possibilità di creare confusione e fraintendimenti.
 
Magari ti sarà capitato di esprimere quello che volevi solo quando ti sei sentito a tuo agio, quando ti aspettavi dall'altro una risposta positiva o soprattutto quando non hai percepito rischi.
Questo vuol dire che saranno passati giorni, mesi e perfino anni, prima di avere avuto l'occasione di essere diretto, tanto che alla fine, ti sarai abituato a fingere e a negare persino te stesso.
 
Oppure parlando con qualcuno, quante volte hai pensato: "Come mai non capisce quello che sto dicendo?"
 
L'utilizzo della concretezza, in queste occasioni, ti può aiutare a centrare immediatamente il bersaglio che intendi cogliere, consentendo al tuo interlocutore di individuare fin da subito il cuore del tuo intervento e del pensiero trasmesso.
 
La prossima volta, quindi, prova ad aumentare le probabilità di comprensione, attraverso la comunicazione diretta;
rivolgiti al tuo interlocutore, utilizzando una conversazione basata su imperativi e richieste dirette, che vi consentiranno di evitare ambiguità e ansie.
 

 2) Creare connessione

Come sarebbe la tua vita se riuscissi a imparare a comunicare e iniziassero a migliorare anche le tue relazioni?

Quando parli con qualcuno, prova a essere più disponibile nel comprendere la sua prospettiva, prendendo in considerazione anche la sua visione e non soltanto la tua.

Per avere una comunicazione efficace, presta attenzione al linguaggio del tuo interlocutore, imparando a conoscere il modo in cui pensa e agisce.
Nel momento in cui inizierai a metterti "nei suoi panni", comprendendo anche il suo punto di vista, avrete sicuramente l'opportunità di entrare in connessione.

Ricorda che il tuo impegno nel creare reciprocità con gli altri, determinerà la qualità delle tue relazioni e per riflesso anche della tua vita.

 "Il fallimento di una relazione è quasi sempre un fallimento di comunicazione".
Zygmunt Bauman

 

3) Ascolto attivo

Cosa è successo quando non hai ascoltato il tuo interlocutore o non hai fatto le giuste domande?
 
La comunicazione efficace si basa soprattutto sull'ascolto attivo, ossia, la capacità di prestare attenzione non soltanto su ciò che è detto verbalmente, ma anche su alcune sfumature (comunicazione paraverbale) come i silenzi, le emozioni, lo sguardo, il tono della voce e tutto ciò che spesso le parole non possono esprimere.
 
Il filosofo Zenone, affermava che "Abbiamo due orecchie e una sola bocca, proprio perché dobbiamo ascoltare di più e parlare di meno."
 
Immagina ad esempio, che stai andando a una festa, dove incontrerai i tuoi amici e sai anche che ci saranno altre persone che non conosci e con le quali cercherai di relazionarti e costruire un dialogo.
 
Mentre ti diverti, conosci nuova gente, ascolti e partecipi alle loro conversazioni.
In questi casi, per imparare a comunicare, è fondamentale ascoltare di chi hai davanti per poter capire quali siano i suoi bisogni, i suoi dubbi, le sue opinioni e in secondo momento rispondere.
 
In questo modo, avrai l'opportunità di raccogliere informazioni importanti, creare empatia e avere maggiori probabilità di instaurare una relazione positiva.
 
La prossima volta che incontri qualcuno, prova ad ascoltare ciò che ti sta dicendo con impegno, empatia e concentrazione.

Che cosa pensi che accadrà?:)

Ecco un esempio di cosa NON fare a proposito di ascolto attivo, tratto dal film "Non ci resta che piangere".
 
Buona visione :)
 
 

4) Sii assertivo

Se, ancora una volta, ti accorgi di desiderare di aver detto o fatto qualcosa, potresti aver bisogno di un allenamento di assertività.
 

Come già scritto nel mio precedente articolo "Imparare a dire di no", l'assertività è la capacità di esprimere in modo chiaro e diretto le tue opinioni, i tuoi bisogni e le emozioni, in maniera efficace senza prevaricare le idee e i diritti dell'altro.
 
Hai deciso di volere iniziare a comunicare in maniera assertiva?

Bene, comincia con il manifestare ed esprimere apertamente ciò che pensi e provi attraverso:
  • voce rilassata e decisa;
  • linguaggio fluente e sincero;
  • volume appropriato per la situazione;
  • comunicazione cooperativa e costruttiva.
Grazie all'utilizzo dell'assertività, non solo puoi imparare a comunicare maniera adeguata, ma soprattutto potrai aumentare l'autostima, migliorare la fiducia e la sicurezza in te stesso.
 

 5) Mettersi nei panni degli altri 

L'empatia, intesa come la capacità di "mettersi nei panni dell'altro" ti consente di stabilire relazioni affettive più profonde e sane, percepire le emozioni e i pensieri del tuo interlocutore, permettendovi di entrare più facilmente in sintonia.
 
Quando entri in empatia con gli altri, hai la possibilità di costruire relazioni serene non solo con i familiari, e il partner ma anche con colleghi, amici e parenti.
Ricorda che è un'abilita che può essere allenata, e soprattutto, è il modo migliore per essere felici, vivere meglio e più a lungo.


Immagina di conoscere una persona per la prima volta e di concentrarti solamente su te stesso e su quello che TU hai da dire.
Come credi che si terminerà l'incontro?
 
Il tuo atteggiamento, probabilmente, farà in modo che l'altra persona si senta rifiutata e poco compresa, generando distacco e disarmonia, anziché creare le basi per una comunicazione efficace.
 
In questi casi per imparare a comunicare con successo, invece, inizia con l'immedesimarti e capire le necessità della persona che hai di fronte, pensando a ciò che può provare; vedrai che avrai la possibilità di scoprire non soltanto l'altro, ma anche te stesso.
 
 
Alla luce di quanto hai letto, quali di questi comportamenti utilizzi maggiormente?
 
Immagina come sarebbero le tue relazioni, se riuscissi ad apprendere strategie di comunicazione che ti permettano di migliorare le tue performance e la qualità della tua vita in modo duraturo. Ed ora pensa che tutto questo sia possibile.

Se vuoi creare relazioni soddisfacenti, lavorando soprattutto sulla comunicazione efficace, ricorda che come Coach, il mio lavoro consiste proprio nel supportare e allenare le persone a vivere la vita che desiderano anche attraverso l'apprendimento di strategie comunicative di successo.
 
Ti aspetto!

 
Ultimo aggiornamento: